La 22ª Settimana della lingua italiana apre spazi per la creazione artistica dei più giovani

Dal 17 al 23 ottobre, organizzata dall'Ambasciata d'Italia in Venezuela e dall'IIC di Caracas. Il programma culturale concentrerà le attività in quattro scuole italo-venezuelane e prevede un concorso nazionale di creazione musicale per giovani dai 14 ai 25 anni, che riceveranno premi in denaro per i primi tre classificati. Le attività sono ispirate allo slogan "Come, scusa? Non ti followo", che coniuga ironicamente il costante rinnovamento del linguaggio grazie alla giovinezza dei ragazzi e alla progressiva e marcata influenza dei social network.

22ª Settimana della lingua italiana

La XXII Settimana della Lingua Italiana Nel Mondo (SLIM): “L’italiano e i giovani. Come, scusa? Non ti followo” si terrà in Venezuela in ottobre con una proposta rivolta ai giovani, incoraggiandoli a parlare italiano attraverso attività dedicate alla creazione artistica e permettendo loro di riconoscere l’importanza di padroneggiare una lingua che apre loro opportunità in qualsiasi parte del mondo

In Venezuela, #SLIM2022 si terrà dal 17 al 23 ottobre. L’Ambasciata d’Italia in Venezuela, il Consolato Generale d’Italia a Caracas, il Consolato d’Italia a Maracaibo e l’Istituto Italiano di Cultura di Caracas, in collaborazione con il Comitato degli Italiani all’Estero (COMITES), il Consiglio Generale degli Italiani all’Estero (CGIE), la Camera di Commercio Italo-Venezuelana (Cavenit), la Società Dante Alighieri e la partecipazione di El Sistema, istituzione musicale con più di un milione di musicisti, per realizzare questa iniziativa, che si rinnova ogni anno per offrire al pubblico diverse attività culturali. 

“Per questa settimana della lingua italiana in Venezuela, abbiamo preparato una serie di attività pensate appositamente per i giovani, che avranno l’opportunità di esprimersi liberamente, di mostrare il proprio talento e di essere riconosciuti per questo, dimostrando loro che l’italiano – la quarta lingua più studiata al mondo – racchiude un insieme di codici per comunicare e avvicinarsi, per godere dell’arte e della cultura, per studiare e lavorare in altri Paesi”, ha dichiarato Placido Vigo, Ambasciatore italiano a Caracas. 

Dai Giovani Per i Giovani

Lo slogan della Settimana della Lingua Italiana di quest’anno è “Come, scusa? Non ti followo” (Come? Mi dispiace. Non ti seguo). La frase è stata la vincitrice di un concorso pubblico indetto in Italia e nelle Scuole italiane di tutto il mondo. Il concorso “Inventa il titolo di SLIM 2022”, richiedeva una proposta innovativa sul tema scelto per questa edizione: Italiano e giovani.

I bambini di una scuola di Montevideo, coordinati dall’insegnante Anna Monini, sono risultati vincitori per la frase “Come, scusa? Non ti followo”, che ha convinto la giuria per la sua capacità di coniugare con ironia il costante rinnovamento della lingua grazie all’impeto giovanile. 

Il tema e i destinatari dell’evento di quest’anno hanno definito perfettamente il programma culturale, che aprirà un concorso nazionale di creazione musicale e concentrerà le attività in quattro scuole italo-venezuelane, dove un rappresentante di ogni scuola e un delegato dell’IIC condurranno incontri con gli studenti in cui si parlerà dell “Importanza di imparare a parlare italiano”. Da parte sua, l’insegnante Elisabetta Balasso offrirà ai ragazzi una lezione-laboratorio dal titolo “Seguire in italiano”, che mira a riconoscere come l’italiano che si parla a casa e quello che parlano i giovani siano pieni di parole prese in prestito e di innovazioni che creano una lingua nuova e diversa. 

Il tour scolastico comprenderà attività legate alle arti plastiche e alla lingua italiana a tutti i livelli accademici. Ci sarà anche un concorso per gli studenti delle scuole superiori per creare una pop art sull’influenza dell’italiano come lingua nella vita quotidiana. 

Segui la Lingua Italiana

Il concorso “Come, Scusa? Non ti followo” a cui i giovani dai 14 ai 25 anni possono partecipare componendo una composizione musicale a tema libero, combinando nello stesso brano due o più lingue, di cui una deve essere l’italiano, e che deve essere registrata in video. Le tre migliori proposte saranno premiate con denaro. 

Ogni giorno prendiamo in prestito parole da altre lingue e trasformiamo la lingua. Lo scopo di questa iniziativa è mostrare proprio come le forme espressive dei giovani contribuiscano all’evoluzione della lingua italiana. 

Elisabetta Balasso, docente presso l’Università Metropolitana e l’Istituto Italiano di Cultura di Caracas e ideatrice di questa iniziativa per portare l’italiano ai giovani in modo dinamico e divertente, parte dalla premessa che “una canzone è più attraente di un testo scritto per raggiungere i giovani, perché la musica permette di usare parole non accademiche, create e adottate dai giovani. In questo modo possono sperimentare che la lingua italiana è viva e si trasforma con l’intervento di altre lingue, adottando idiomi, parole e frasi.

I cambiamenti proposti dai giovani permettono di staccare la lingua dall’uso letterario e di accettarne l’uso colloquiale, di strada e in continua evoluzione. I cambiamenti proposti dai giovani ci permettono di staccare il linguaggio dal suo uso letterario e di accettarne l’uso colloquiale, di strada e in continua evoluzione, che si sta rapidamente manifestando nella musica di oggi”. 

I partecipanti possono concepire il loro pezzo sonoro in qualsiasi genere e tema musicale, individualmente o in gruppo, ed essere di qualsiasi nazionalità (in quest’ultimo caso, con un minimo di due anni di residenza in Venezuela). Sia la musica che il testo della canzone devono essere inediti e la produzione audiovisiva deve avere una durata di due minuti. 

Secondo il regolamento del concorso, il video deve essere inviato tramite un link online (CLICCA QUI) e compilando le informazioni richieste nel modulo di iscrizione. Inoltre, è necessario presentare il testo della canzone. L’identità del concorrente non sarà rivelata fino a quando non sarà noto il verdetto. Durante il concorso, l’iscrizione sarà identificata dal nome del video presentato. Nel caso in cui i partecipanti siano minorenni, i loro rappresentanti devono compilare il modulo di autorizzazione e presentare i relativi requisiti. 

I rappresentanti del Sistema Paese delle istituzioni promotrici del concorso potranno squalificare un partecipante se ritengono che la proposta non sia conforme ai requisiti stabiliti dal regolamento del concorso o presenti materiale che rifletta atti di violenza o discriminazione. 

Il pubblico voterà i vincitori del videoclip sul sito della Settimana della lingua italiana nel mondo (www.slim.com.ve), tra il 1 e il 4 novembre, dove sarà possibile visionare tutti i brani partecipanti. I nomi dei vincitori saranno annunciati in una cerimonia pubblica domenica 6 novembre, presso il Centro Italiano Venezolano, a Caracas. 

Questa prima edizione del libro “Come, scusa? Non ti followo” assegnerà premi in denaro ai tre migliori video. Il primo posto riceverà 1.500 dollari USA, mentre il secondo e il terzo posto riceveranno rispettivamente 1.000 e 600 dollari USA. 

La Settimana della lingua italiana nel mondo è un’iniziativa promossa dalla rete culturale e diplomatica del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, che si articola ogni anno su un tema che funge da filo conduttore per un programma culturale di ampio respiro. 

L’organizzazione è coordinata dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale con il sostegno del Ministero della Cultura, del Ministero dell’Università e della Ricerca e dei principali partner della promozione linguistica italiana e, all’estero, dagli Istituti Italiani di Cultura, dai Consolati italiani, dalle cattedre di italianistica attive nelle varie Università, dalla Società Dante Alighieri e da altre associazioni di italiani all’estero. 

Il Messaggero Italo-Peruviano è il giornale online della comunità italiana.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Comment moderation is enabled. Your comment may take some time to appear.